Gli Elementi principali del Clavicembalo

Struttura del Clavicembalo

Abbiamo visto, osservando la sua storia, che il clavicembalo si diffuso in varie forme e tipologie dal funzionamento assai simile; si dice che esso sia l'antenato del pianoforte ma necessario ricordare che tra di loro c' una grande differenza ossia per quanto riguarda il suono, generato da corde pizzicate nel caso del clavicembalo e da corde percosse per il pianoforte.

Ci che differenzia i diversi tipi di clavicembalo non solo la dimensione della cassa e della tavola armonica ma anche il materiale con cui vengono costruite le corde e il loro diametro che in grado di stabilire la tensione.

Tra gli elementi fondamentali per il clavicembalo ricordiamo la linguetta e il salterello; quest'ultimo un elemento ligneo che si trova non solo nello strumento in questione ma anche nel virginale e nella spinetta.

Ognuno di essi scorre su due piccoli buchi disposti verticalmente e trova il suo sostegno all'estremit del tasto corrispondente. Una volta che il tasto si abbassa perch toccato, il salterello si alza e fa s che il plettro pizzichi la corda ottenendo il suono.

La linguetta, invece, una levetta disposta attorno a un'asse in posizione verticale; in genere ciascun tasto del clavicembalo provvisto di due salterelli e di due corde, bench alcuni clavicembali a due manuali dispongano di tre file di salterelli per cui la tastiera superiore si attiva per la terza fila di salterelli mentre quella inferiore per le restanti due.